Vivere con il microinfusore

Diabete e alcol

Molte persone continuano a vivere una vita sana e attiva anche con il diabete. Che si tratti di uscire con gli amici, di mangiare qualcosa al volo o godersi un bicchiere ogni tanto, è importante per la gestione del diabete essere preparati e proattivi.

Per quanto riguarda l’alcol, è importante riconoscere gli effetti che può avere sulla glicemia per meglio capire quanta insulina e carboidrati servono all’organismo quando si beve.

IN EVIDENZA

  • Conoscere gli effetti degli alcolici sulla gestione del diabete
  • Leggere la testimonianza di Aude sull'uso del microinfusore
  • Scoprire in che modo i microinfusori insulinici possono contribuire alla gestione del diabete

Aude, portatrice di microinfusore

Alcune bevande alcoliche contengono molto zucchero e rendono davvero difficile un buon controllo glicemico. Con la terapia multiniettiva, dovevo farmi un'iniezione in più oppure rinunciare a bere con gli amici. Gli effetti collaterali dell’alcol possono inoltre nascondere i sintomi di un evento ipoglicemico. Grazie al microinfusore ora posso bere qualche bicchiere in compagnia dei miei amici tenendo sotto controllo la glicemia.

- AUDE

Tenere la glicemia sotto controllo

Dopo mangiato, il cibo viene trasformato in glucosio che dà all’organismo l’energia di cui ha bisogno per funzionare. ll nostro organismo ha anche bisogno di insulina normalmente prodotta dal pancreas, per poter trasferire il glucosio dal sangue alle cellule.

Se il pancreas non produce insulina, il glucosio si ferma nel sangue, privando le cellule dell'energia di cui hanno bisogno. Sono gli alti livelli di glucosio nel sangue a provocare manifestazioni fisiche ed i sintomi più acuti del diabete. Nella gestione del diabete, è importante prendere in considerazione numerosi fattori, tra i quali l'automonitoraggio della glicemia, la quantità di carboidrati assunti, le attività fisiche e il proprio fabbisogno di insulina, per garantire un corretto controllo glicemico e ridurre i rischi di complicanze.

L’alcol può alterare i livelli glicemici nel sangue o aumentare il rischio di ipoglicemie. È fondamentale capire la quantità di carboidrati contenuta in ogni singola bevanda in quanto varia in base al tipo di alcol o di miscela. È importante controllare la glicemia prima, durante e dopo l’assunzione di alcol.

Ipoglicemia (“ipo”): si parla di ipoglicemia quando i livelli di glucosio nel sangue sono troppo bassi, di norma inferiori a 60 mg/dL, ma il valore può variare da persona a persona. L'ipoglicemia può essere lieve, nel qual caso se ne avvertono i sintomi e si può rimediare mangiando o bevendo qualcosa contenente carboidrati. Le ipoglicemie severe richiedono invece l'aiuto di un'altra persona e talvolta il ricovero ospedaliero.

Raggiungere livelli ideali di emoglobina glicata riducendo al minimo i rischi di ipoglicemia può essere arduo. Se tuttavia si impara a riconoscere i bisogni dell’organismo e a tenere la glicemia entro i livelli prescritti, è possibile gestire il proprio diabete in modo efficace. 

HbA1c: parametro importante per valutare l'efficacia della gestione del diabete che si basa sulla quantificazione del glucosio che si è legato a ciascun globulo rosso nell'arco dei 2 -3 mesi precedenti.

Quindi, avendo il diabete di Tipo 1, come posso fare per gestire bene i miei livelli glicemici pur concedendomi qualche bicchiere ogni tanto? 

Diabete, alcol e microinfusori di insulina

Per riuscire a ottenere un miglior controllo glicemico, molte persone con diabete di Tipo 1 hanno scelto di usare il microinfusore di insulina.

Il microinfusore è un piccolo dispositivo, pressapoco delle dimensioni di un telefono cellulare, che può essere facilmente fissato alla cintura, messo in tasca o persino agganciato al reggiseno.

Un microinfusore può aiutare il paziente e chi lo assiste a ottenere un'erogazione basale di insulina in maniera molto simile a quanto farebbe un pancreas sano attraverso la somministrazione di piccole quantità di insulina ad azione rapida sia durante il giorno sia durante la notte.. Può inoltre aiutare a gestire in maniera più efficace la modulazione della dose di insulina, in particolare dopo i pasti e durante la notte, favorendo un migliore controllo glicemico.
 

Grazie alla terapia con microinfusore, aziché le iniezioni frequenti, servirà soltanto sostituire periodicamente il set di infusione. Gli studi clinici* confermano che persone con diabete di Tipo 1 di varie età che sono passati dalla terapia multiniettiva al microinfusore di insulina mostrano un miglioramento della qualità di vita e una maggiore soddisfazione nei confronti al trattamento.

Senza il microinfusore, preferivo non bere piuttosto che farmi un’iniezione in più la sera. Ora invece con il microinfusore non c’è niente che veramente non possa fare.

- AUDE

 

IN CHE MODO IL NUOVO SISTEMA INTEGRATO FAVORISCE UN MIGLIORE CONTROLLO GLICEMICO?

ll Nuovo Sistema Integrato favorisce un miglior controllo glicemico perché è in grado di regolare la somministrazione di insulina, riducendo i rischi di eventi iper- e ipo- glicemici. I vantaggi della terapia con microinfusore di insulina sono:

  • Dosaggio più facile
    il calcolo del fabbisogno di insulina può essere un compito arduo con molte varianti da considerare. Attraverso una funzione del Nuovo Sistema Integrato, il calcolatore del bolo prandiale, è possibile ottenere un dosaggio più accurato considerano l'insulina già presente nell'organismo, i valori glicemici effettivi, l'apporto di carboidrati e i parametri insulinici personali.
  • Minori iniezioni
    Vengono erogate quantità precise di insulina rapida durante tutto il giorno attraverso il set di infusione facile da rimuovere e da sostituire ogni 2 o 3 giorni. 
  • Maggiore flessibilità
    Il Nuovo Sistema Integrato può essere prontamente regolato in caso di attività fisica, di malattia o per somministrare piccoli boli per coprire eventuali spuntini. Basta premere un pulsante, senza bisogno di altre iniezioni. Esiste persino un'opzione per basali temporanee che consente di ridurre in maniera proporzionale il dosaggio dell'insulina basale, una funzionalità che può essere utilizzata ad esempio durante lo sport.
  • Maggiore comodità
    Il Nuovo Sistema Integrato offre inoltre il vantaggio di essere connesso in wireless ad un glucometro. Quest'ultimo trasmette automaticamente al microinfusore il valore di glicemia, consentendo al calcolatore del bolo prandiale di eseguire stime più precise. Inoltre, registra queste informazioni su un diario digitale insieme alle informazioni sulle dosi di insulina somministrate.

IL MICROINFUSORE È LA SCELTA GIUSTA PER ME?

Molte persone con diabete di Tipo 1 non sanno che un microinfusore di insulina potrebbe offrire loro molti vantaggi. In generale se ti è capitata una delle seguenti situazioni, con un microinfusore potresti ottenere un controllo migliore:

  • Paura delle complicanze a lungo termine
  • Primi sintomi delle complicanze a lungo termine
  • Paura degli aghi
  • Difficoltà a gestire i picchi di ipo e iperglicemia
  • Paura delle ipoglicemiche, specialmente notturne
  • Livelli di emoglobina glicata fuori target 
  • Ridotta percezione delle ipoglicemie
  • Desiderio di maggiore flessibilità nella vita quotidiana

Il modo migliore per mantenere livelli glicemici fisiologici è di misurare la glicemia (SMBG) almeno 4 volte al giorno e aggiustare la terapia secondo necessità. L'utilizzo del Nuovo Sistema Integrato, grazie anche al calcolatore di bolo prandiale, può aiutare a definire correttamente gli aggiustamenti terapeutici nell'ottica di un miglior controllo glicemico.

ALTRE OPZIONI DISPONIBILI CON IL NUOVO SISTEMA INTEGRATO

Il Nuovo Sistema Integrato è disponibile anche con la funzione integrata aggiuntiva di monitoraggio continuo del glucosio (CGM) e il Sistema di Gestione della Terapia del Diabete.

Abbinato al CGM, il Nuovo Sistema Integrato è attualmente l’unico microinfusore dotato della funzione SmartGuard® che può contribuire a ridurre l’impatto dell’ipoglicemia*. Quando i livelli glicemici scendono pericolosamente, SmartGuard è in grado di prevedere le ipoglicemie con 30 minuti di anticipo e di arrestare automaticamente l’erogazione di insulina. Non appena i livelli glicemici si ristabiliscono, l’erogazione viene automaticamente ripresa. Questa funzione potrebbe apportare un vantaggio considerevole rispetto all’automonitoraggio della glicemia, in quanto il sistema integrato, oltre a mostrare i trend glicemici correnti, avvisa l’utilizzatore prima che vengano superate le soglie preimpostate.

 

BIBLIOGRAFIA

  • *I riferimenti bibliografici sono conservati in archivio e disponibili su richiesta; contattare il rappresentante Medtronic di zona per richiederne una copia.

 

L'uso di questo sito è riservato agli adulti. Tutti i contenuti di questo sito sono esclusivamente ad uso informativo e in nessun caso devono sostituire il parere, la diagnosi o il trattamento prescritti dal proprio medico curante. I racconti presentati sono esperienze personali di specifici pazienti. La risposta allo stesso trattamento può variare da un paziente all'altro. Consultatevi sempre con il vostro medico su qualunque informazione relativa a diagnosi e trattamenti per assicurarvi di aver pienamente compreso tale informazione, ed attenetevi scrupolosamente alle sue indicazioni. Tutti i link indicati verso i social media hanno una funzione di servizio e non sono in nessun modo intesi come vaglio e approvazione di questi siti da parte di Medtronic; Medtronic non può pertanto essere ritenuta responsabile dei contenuti di siti esterni, né di nessun commento o risposta postata dall’azienda stessa o da chiunque altro su qualunque sito o social media. Pubblicando un qualunque contenuto su questi social media lei è consapevole ed accetta che tali contenuti diventino di dominio pubblico, e che Medtronic possa usare tali contenuti per fini promozionali interni ed esterni. Medtronic s'impegna a monitorare per quanto ragionevolmente possibile i contenuti postati sui social media e Medtronic si riserva il diritto di rivedere, correggere e/o cancellare qualunque commento ritenga inappropriato (e.g., commenti offensivi, spam).

*Gli accessori Medtronic disponibili per l’acquisto on-line non sono dispositivi medici ai sensi della direttiva europea 93/42/EEC concernente i dispositivi medici, recepita nella legislazione italiana con il D.Lgs. 24 febbraio 1997, n. 46 emendato col D.Lgs. 25 gennaio 2010, n. 37 - recepimento della direttiva 2007/47/CE.

© 2016 Medtronic International Trading Sarl. Tutti i diritti riservati. Nessuno dei contenuti di questo sito può essere riprodotto o utilizzato, in qualunque modo e per qualunque fine, senza l'autorizzazione di Medtronic International Trading Sarl.