Ipoglicemie e alimentazione eccessiva - HypoHeroes Medtronic

IPOGLICEMIA E
ALIMENTAZIONE ECCESSIVA.

Emma Marcus è una brava dietologa con diabete di Tipo 1

È successo a tutti di svegliarci nel cuore della notte sentendoci un po’ tremolanti, vediamo che la nostra glicemia è bassa e da lì a passare a mangiare qualsiasi cosa che troviamo nel frigorifero il passo è breve.

“Un misto di fame e rabbia”

Perché succede tutto questo e, per alcuni di noi, anche abbastanza di frequente? Indipendentemente dal diabete, l’insulina in eccesso che causa l’ipoglicemia causa anche la sensazione di fame. Avrete sicuramente incontrato persone non diabetiche che occasionalmente hanno ipoglicemie e provano un misto di sensazioni tra fame e rabbia. Senza diabete, questi sintomi sono limitati nel tempo, in quanto l’organismo è in grado di ridurre l’insulina prodotta in risposta a un abbassamento della glicemia. Purtroppo però, se l’organismo non controlla i livelli di insulina ed è già stata somministrata una dose superiore a quella necessaria, l’episodio di ipoglicemia si risolverà solo quando sarà terminato l’effetto dell’insulina extra e per questo è necessario mangiare.

Quindi cosa possiamo fare?

“La prevenzione è la miglior cura”

Ove possibile, la prevenzione è la miglior cura. Sebbene sia difficile somministrare sempre la giusta quantità di insulina e mantenere i valori della glicemia nella norma, in genere si è concordi sul fatto che se non si è sicuri della dose necessaria (ad es. quando si mangia fuori), è bene assumere la dose minima stimata di insulina e controllare la glicemia alcune ore più tardi. È possibile intervenire se questa è troppo bassa e si ottiene una lettura superiore al previsto.

Può essere utile anche controllare che l’insulina basale (background) sia al livello corretto per voi in quanto questo dato può cambiare nel tempo. Parlate con l’équipe medica che vi segue per il diabete per ricevere consigli in merito da applicare quotidianamente o per le situazioni come le vacanze e l’attività fisica.

Pur con tutta la buona volontà, non è sempre possibile evitare l’ipoglicemia. A volte, può essere davvero difficile gestirla correttamente, ma se farete il possibile per seguire questi consigli, forse il vostro desiderio di mangiare qualsiasi cosa sarà meno incontrollabile. Controllate attentamente che si tratti davvero di ipoglicemia e che la glicemia sia inferiore a 72 mg/dL. Mangiate o bevete subito 15 g-20 g di glucosio (5 compresse di glucosio, 100 ml di bevanda energetica o 150 ml di Coca-Cola o bibite simili) e ASPETTATE. Sedetevi tranquillamente per 15 minuti (impostate una sveglia, se necessario), senza mangiare più niente e in questo modo la sensazione di fame dovrebbe diminuire. Se la glicemia è ancora bassa, ripetete tutta la procedura. Altrimenti potrebbe essere necessario uno spuntino se non avete in programma di mangiare entro una o due ore, ma tutto dipende in larga misura dal regime di insulina. Se non siete sicuri, consultate l’équipe medica che vi segue per il diabete.

È bene accertarsi di disporre di trattamenti anti-ipoglicemia preconfezionati, con la quantità esatta necessaria per un evento ipoglicemico (ad es. confezioni divise di compresse di glucosio e altre fonti di zuccheri da mettere in una piccola borsa da viaggio) e spuntini da consumare in un secondo momento, se necessario, in modo da evitare la tentazione di trattare eccessivamente la vostra crisi ipoglicemica. Ad ogni modo, ricordate di controllare di avere sempre con voi più di un trattamento, per precauzione.